La Biografia

Domenico Amato e’ nato a Nocera Inferiore (SA) il 24/10/1959. Vive e lavora a Cesano Boscone (MI).
Appassionato di fotografia, cinema e letteratura latino-americana ha sempre manifestato una particolare sensibilità verso i problemi sociali, la cui conoscenza ha approfondito anche attraverso la letteratura meridionalista, da Rocco Scotellaro a Carlo Levi, da Ignazio Silone a Federico de Roberto. dalla sua sofferta esperienza di vita, nasce l’impegno per riscattare, anche attraverso l’azione pittorica e scultorea la secolare degradazione dei tanti sud del mondo.
Suggestivo cantore di miti ancestrali di una cultura contadina, che egli vorrebbe incontaminata, pur riconoscendone dolorosamente l’inarrestabile dissoluzione, a confronto del diverso mondo tecnologico incombente, negli ultimi anni si e’ dedicato anche alla scultura con esiti eccellenti, creando opere di rara potenza plastica e introspezione psicologica. un corpus di opere uniche che lo collocano ai vertici dell’espressionismo italiano e certamente, tra i protagonisti dell’arte italiana di questi anni. Le sue opere sono in permanenza presso alcune importanti gallerie, tra le quali: meridiana di Piacenza, Artitalia di Milano, Chagall di Milano e Naive France.
Amato ha ricevuto molti riconoscimenti e onoreficenze realizzando molte mostre personali e collettive, anche organizzate dell’accademia di Brera di Milano.
Hanno scritto di lui: Rancati, Di Virgilio, Bianutti, Antonutti, Lanfranchi, Dettori, Mazzetti, Gerevini , Carini, D’Errico, Guastella Rosco, Russo, Figliolia, Stroppa, Guerra, Venanzio, Boschini e Patarini.

I commenti sono chiusi